Avv. Augusto Conte

Avv. Augusto Conte

Avvocato, Presidente Onorario e Direttore Scientifico

Nato a Ceglie Messapica (Brindisi) il 31.3.1941
Diploma di maturità classica presso il Liceo “Calamo” di Ostuni nell’anno 1959.
Laurea in giurisprudenza presso l’Università “LA SAPIENZA” di Roma il 22.2.1965.
Suoi Maestri sono stati, tra gli altri, in civile e procedura civile Francesco Santoro Passarelli, Rosario Nicolò, Stefano Rodotà, Salvatore Satta, in penale e procedura penale Giovanni Leone, Giuliano Vassalli, in diritto ecclesiastico, Carlo Arturo Jemolo, in scienza delle finanze, Cesare Cosciani, in diritto romano, Edoardo Volterra e Giovanni Pugliese, in antropologia criminale, Benigno Di Tullio.
Servizio militare nel Servizio Automobilistico quale Allievo Ufficiale del 48° Corso A.U.C.; congedato nel 1969 con il grado di tenente; iscritto all’UNUCI-Brindisi (Unione Nazionale Ufficiali in Congedo) ininterrottamente dalla stessa data.
Iscritto nel Registro Praticanti dell’Ordine degli Avvocati di Bari, con Patrocinio nel 1965, con compimento della pratica forense presso lo Studio Legale degli Avvocati Russo Frattasi.
Abilitato all’esercizio della professione forense presso la Commissione di Esame per la abilitazione professionale presso la Corte di Appello di Bari nel gennaio 1968.
Iscritto all’Albo degli Avvocati (prima di Bari e poi di Brindisi) dal 3.5.1968.
Abilitato all’esercizio dinanzi alle Giurisdizioni Superiori (Suprema Corte di Cassazione, Consiglio di Stato, ecc.) dal 17.7.1982.
Vice Pretore Reggente della Pretura di Ceglie Messapica nel triennio 1980-1982.
Consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Brindisi ininterrottamente dal 1990 al 2012; dal 1997 2001 Consigliere Segretario; dal 2001 rieletto ininterrottamente fino al dicembre 2010 Presidente dell’Ordine (cessazione da Presidente il 27.12.2010 per dimissioni volontarie). (Nel decennio è stata istituita la Scuola Forense; è stata pubblicata la Rivista QUADERNI Nuova Serie della quale è tuttora Direttore Responsabile essendo iscritto nell’Elenco Speciale dell’Ordine dei Giornalisti di Puglia; è stato introdotto nel 2007 lo Sportello del Cittadino, ora istituito per legge dal nuovo Ordinamento Professionale del 31.12.2012; sono stati avviati Corsi di aggiornamento professionale obbligatori per Avvocati; è stata istituita la Fondazione Provinciale dell’Avvocatura).
Ha redatto la storia della Camera Penale di Brindisi per il sito Internet della Camera Penale e la storia dell’Ordine Forense di Brindisi per il sito Internet del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Brindisi.
Attualmente riveste il ruolo di Direttore della Fondazione Provinciale della Avvocatura e dal 7 gennaio 2015 è Vice-Presidente del Consiglio Distrettuale di Disciplina per gli Ordini di Lecce, Brindisi e Taranto istituito con la nuova legge sull’Ordinamento Professionale di Avvocato del 31.12.2012, n. 247.
E’ socio fin dalla fondazione della Camera Penale di Brindisi della quale è Probi-Viro; ha partecipato alla stesura dello Statuto della Camera Penale e dell’Unione Nazionale delle Camere Penali Italiane.
Relatore in Congressi Nazionali (Roma 10.3.2010 sul Procedimento Disciplinare-Sospensione cautelare, indetto dal Consiglio Nazionale Forense; Torino, ottobre 2004, su Principi della Inaugurazione dell’Anno Giudiziario, indetto dall’Associazione Nazionale Stampa Forense; Lecce, giugno 2006, su Funzioni e compiti dell’Ordinamento Giudiziario, indetto dall’Organismo Unitario dell’Avvocatura); Docente presso l’Ordine degli Avvocati di Brindisi nei Corsi per l’aggiornamento professionale permanente, per l’iscrizione degli Avvocati all’Elenco dei Difensori di Ufficio, per la preparazione per l’Esame di accesso alla professione di Avvocato; Docente per la preparazione dei Praticanti Avvocati che hanno partecipato il 6 e 7 novembre 2015 al Primo Torneo Nazionale di Retorica Forense, nel quale il Foro di Brindisi si è classificato al primo posto, risultando vincitore. Ha partecipato, anche come Delegato, di diritto o eletto, a tutti i Congressi indetti dal Consiglio Nazionale forense negli ultimi venticinque anni, ai Convegni indetti dall’Organismo Unitario dell’Avvocatura, dalla Cassa di Assistenza e Previdenza Forense e dalla Associazione Nazionale Stampa Forense, a numerosissimi Convegni e Congressi su tutto il territorio nazionale, presso sedi Congressuali, Universitarie e Forensi (Pisa, Roma, Suprema Corte di Cassazione, Napoli, Vibo Valentia, Maratea, Trieste-Grado, Milano, Genova, Torino, Pescara, Palermo, Catania, Reggio Calabria, Bari, Matera, Foggia, Trani, Lecce, Taranto, Bologna, Firenze, Arezzo, Stresa, Trento-Riva del Garda, Rimini).
Professore a contratto nella Scuola di Specializzazione per le Professioni Forensi presso l’Università L.U.M. di Bari-Casamassima, e nella sede di Gioia del Colle, in Ordinamento Professionale e Deontologia Forense.
Per designazione del Ministero della Giustizia, su proposta del Consiglio dell’Ordine e conferma del Consiglio Nazionale Forense è stato per cinque volte componente con funzioni di Vice-Presidente di Commissione per l’Esame di Avvocato presso il Distretto di Corte di Appello di Lecce e, per due volte, SuperIspettore Ministeriale presso le sedi di Esame per Avvocato di Bari e di Napoli.
Dal novembre 2014 tiene conversazioni e corsi di Storia delle Codificazioni; Storie di Processi e della Retorica Giudiziaria; Vite di Avvocati; Il Diritto all’…Opera; Il Diritto nell’Arte, l’Arte nel Diritto, indetti da UNITRE (Università delle Tre Età) di Ceglie Messapica. L’UNITRE lo ha insignito della onorificenza di Socio Onorario.
Per l’Associazione “La Settimana del Brigante” di Villa Castelli ha ideato e drammatizzato la revisione della sentenza di condanna a morte, in applicazione della Legge “Pica”, del brigante Giuseppe Cotturelli del 10.2.1863 del Tribunale di Guerra di Foggia, rappresentata nel Comune di Villa Castelli il 17.11.2015 e diffusa su You Tube, assumendo il ruolo di difensore del condannato.
Per la “Libera Associazione Forense” di Fasano-Cisternino ha ideato e drammatizzato la revisione del processo, a carico di Ignazio Ciaia, della Giunta per i delitti di Stato di Napoli del 6.10.1799 che si concluse con la condanna a morte del Poeta fasanese, di prossima rappresentazione, mantenendo il ruolo di difensore del condannato.
Collaboratore di Riviste nazionali con saggi (Rassegna Forense, organo del Consiglio Nazionale Forense, Roma; La Previdenza Forense, organo di stampa della Cassa Forense, Roma; Gli Oratori del Giorno, Rivista fondata nel 1927 dall’On. Avv. Titta Madia, Roma).
Ha pubblicato : “Note storiche sulle Istituzioni Giudiziarie di Ceglie Messapica”; “Toghe Cegliesi”; nel settembre 2013 “Ordinamenti giuridici e sistemi delle pene nei territori italiani pre-unitari”, nel dicembre 2014 “Avvocati e Giuristi salentini”, contenente la storia degli Avvocati di Brindisi, Lecce e Taranto: l’Avv. CONTE è stato coordinatore editoriale per gli Avvocati dell’ordine di Brindisi, redigendo le schede biografiche di numerosi Avvocati (tra i quali Giuseppe Antelmy, Vittorio Palermo e Alberico Urgesi di Ceglie Messapica, Bartolo Longo, di Latiano, Salvatore Morelli di Carovigno); nel settembre 2016 “Il sistema delle prove penali negli Ordinamenti Italiani-Dalla tortura alla prova scientifica”.
Ha partecipato come difensore in controversie civili di alto profilo giuridico e di imputati, delle parti civili e ricorrentemente del responsabile civile (anche Enti Pubblici) nei più rilevanti processi penali dinanzi al Tribunale di Brindisi, alla Corte di Appello di Lecce, in altri Uffici Giudiziari Nazionali e, frequentemente, dinanzi alla Suprema Corte di Cassazione (ottenendo, anche recentemente in questi ultimi quattro anni, positivi risultati anche in sede di legittimità, in materia penale e civile) .
Il 2 aprile 2016 è stato insignito della TOGA D’ORO 2015 dall’Ordine degli Avvocati di Brindisi.